Comunicati stampa per ROCKWOOL

La Filarmonica di Parigi

Per rispondere agli elevati requisiti di insonorizzazione sono state adottate soluzioni di isolamento termoacustico ROCKWOOL     E' stato inaugurato l'anno scorso, all’interno del Parco della Villette, un nuovo complesso interamente dedicato alla musica: la nuova Filarmonica di Parigi, costituita da un nuovo e avveniristico edificio progettato da Jean Nouvel (Filarmonica 1) e dalle strutture dell’ex Città della Musica (Filarmonica 2), progettate venti anni fa da Christian de Portzamparc. Un unico filo conduttore collega così  la vecchia Cité de la Musique, con il museo dedicato agli strumenti musicali, alla nuova struttura, che ospita in pianta stabile l’Orchestra di Parigi e l’Ensemble Intercontemporain. Insieme, i due complessi, hanno una capacità di oltre 3.500 posti.   La Nuova Filarmonica nasce con il preciso obiettivo di divenire il centro della cultura e della formazione musicale e di rendere la musica sempre più fruibile ad un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo. Oltre alla grande sala principale l'edificio ospita, su una superficie complessiva di 20.000 m2, anche alcune sale prove, un’ala dedicata  alla formazione musicale, mostre, ristoranti e una serie di altre strutture tecniche che devono necessariamente coesistere, svolgendo ciascuna la propria attività sotto lo stesso tetto, senza interferire l'una con l'altra.

Una sfida alla fisica del suono
Per risolvere queste problematiche funzionali e per garantire alle sale i più elevati livelli di qualità acustica, il team di architetti di Jean Nouvel ha lavorato a stretto contatto con due dei maggiori esperti mondiali di acustica, il neozelandese Harold Marshall e il giapponese Yasuhisa Toyota. Già in fase preliminare si è deciso di optare per le soluzioni di isolamento acustico in lana di roccia ROCKWOOL, perché più adatte a rispondere esattamente ai requisiti progettuali.         La vera sfida, ha sottolineato Bernard Plancarde, Senior Vice President del Gruppo ROCKWOOL, è stata “Ottenere il giusto equilibrio tra assorbimento acustico e riflessione sonora e allo stesso tempo impedire che rumori indesiderati interferissero dall’esterno nelle numerose sale.  Siamo molto felici di essere riusciti a collaborare a questo progetto con i nostri materiali fonoisolanti  ROCKWOOL per le pareti e il tetto. I requisiti acustici di un tempio della musica come questo sono particolarmente alti. Trattandosi di un edificio pubblico, accessibile e sicuro per tutti, è  inoltre un grande vantaggio che i nostri prodotti isolanti in lana di roccia siano non combustibili e pertanto contribuiscano anche alla sicurezza antincendio dell’edificio”.